Il Nabokov 2014 assegnato ad Antonio Cesare Saltini, Gianfranco Vacca, William Bavone, Ciro Pinto e Claudio Vastano

Posted on gennaio 13, 2015

2


premio-nabokov-2014

La nona edizione del Premio Letterario Nabokov è stata assegnata, nello splendido scenario del teatro di Novoli (a pochi passi da Lecce nel cuore del Salento) ad Antonio Cesare Saltini per il romanzo “L’assedio della Mirandola”, a Gianfranco Vacca per la raccolta di poesie “Sarebbe stato un ottimo pazzo”, e a William Bavone per il saggio “Le rivolte gattopardiane”.
Nella sezione inediti primo premio a Ciro Pinto per il romanzo “Gli occhiali di Sara” e a Claudio Vastano per il saggio “Garfagnana, la valle dei terremoti”.
Targhe, diplomi e premi sono stati consegnati dal presidente del Premio Piergiorgio Leaci, dal giornalista RAI Pino Scaccia e da numerose autorità nell’ambito del Premio Fraternità organizzato dal Comune di Novoli e dall’Assessorato alle politiche giovanili retto da Roberto Nitto.

A far da scenario alla manifestazione il Teatro Comunale in Piazza Regina Margherita dove si sono svolti gli incontri letterari, le interviste, le presentazioni e la premiazione del concorso nazionale Nabokov giunto alla sua nona edizione.
La giuria tecnica, presieduta da Piergiorgio Leaci e composta da numerosi operatori del settore librario italiano che ogni anno compongono la giuria, ha decretato i vincitori delle tre sezioni: narrativa, poesia e saggistica, consegnando anche tre menzioni speciali a Manlio Ranieri per “Un romanzo inutile”, a Giuseppe Pellegrino per la silloge poetica “Interni d’uomo”, ad Alessio Accardo, Chiara Giacobelli, Federico Govoni per il saggio “Furio Scarpelli: Il cinema viene dopo”.

Bella e intensa la cerimonia che ha visto salire sul palco i finalisti di ogni sezione che hanno ricevuto il diploma e hanno presentato il proprio libro.

Per la narrativa erano arrivati in finale Claudio Calveri, Marco Mancini, Katia Brentani, Claudia Petracca, Francesco Amato, Emanuele Gagliardi, Antonio Cesare Saltini, Luigi Bartalini.

Per la poesia: Gianfranco Vacca, Maria Felicita Cordella, Francesco Perrucci, Michele Izzo, Marco Viscomi.

Per la saggistica: Lucilla Sergiacomo, Francesco Spagna, William Bavone, Valentina Polcini, Albino Curcio.

Per gli inediti: Ciro Pinto, Claudio Vastano, Vezio Vascotto, Caterina Capalbo,

Una volta terminata questa prima parte della cerimonia si è passati alla premiazione vera e propria che ha visto trionfare nella sezione narrativa Antonio Cesare Saltini con “L’assedio della Mirandola” (Diabasis Edizioni). Secondo classificato Luigi Bartalini con “Sono nato nel mese dei morti” (Kairos edizioni). Terzo classificato Francesco Amato con “Compartimento 11” (Tullio Pironti Editore).

Per la sezione poesia ha vinto Gianfranco Vacca con “Sarebbe stato un ottimo pazzo” (Campanotto Editore). Seconda classificata Yuleisy Cruz Lezcano con “Tracce di semi sonori con i colori della vita” (C. S. Tindari Patti). Terzo classificato Marco Viscomi con “Interruzioni” (Morlacchi edizioni).

Molto combattuta per la grande qualità dei testi la sezione saggistica dove alla fine ha prevalso il saggio di William Bavone dal titolo “Le rivolte gattopardiane” (Anteo Edizioni) che esamina i conflitti mediorientali e le attuali conseguenze in Europa. Ovviamente forte il richiamo all’attentato alla redazione di Charlie Hebdo. Secondo Andrea Giansanti con “Settant’anni senza lavoro” (Lampi di stampa). Terza Valentina Polcini con “Oltre la fantascienza. Paradigmi e interstualità nella narrativa di J. G.Ballard” (Aracne editrice).

Al termine dell’evento è stato reso noto il nuovo bando del Nabokov 2015 che prevede un montepremi di quasi 7.000,00 euro e per la prima volta la partecipazione di racconti inediti con in palio una pubblicazione con una casa editrice a livello nazionale.

Tutte le informazioni sul sito

http://www.premionabokov.com

Annunci