Il festival letterario Tra le righe di Barga winter dal 12 marzo

Posted on marzo 2, 2016

0


TRAWFB

Dal 12 marzo il Tra le righe di Barga winter festival letterario

Il programma del festival letterario Tra le righe Winter festival 2016 offre un cartellone ricco di eventi. Il festival organizzato dall’amministrazione comunale di Barga, dalla Biblioteca comunale “F.lli Rosselli”, e da Tra le righe libri editore inizierà il 12 marzo per chiudersi il 16 aprile.

Avrà come ospiti Lucia Guarano, corrispondente per Huffington Post, Al Jazeera e T-Magazine Qatar, il docente universitario Maurizio Boldrini (Siena), Marcello Flores D’Arcais (Direttore di Micromega e corsista di Repubblica, il Fatto Quotidiano, El País, Frankfurter Allgemeine Zeitung), Romano Sauro (comandante della Marina Militare italiana nipote dell’eroe Nazario Sauro), Alessia Sorgato, avvocato ed esperta di violenza sulle donne e minori autrice del saggio “Giù le mani dalle donne” (Mondadori), il regista iraniano Keyman Karimi (in videointervista perché condannato a due anni di carcere per il suo ultimo documentario) del quale sarà proiettato il docufilm “Broken Border” (con la partecipazione di Amnesty International Italia), il Prof. Arturo Viglione, Beppe Calabretta e infine chiuderà il festival Alessandra Monasta autrice del libro “La cacciatrice di Bugie” (Longanesi).

Tutti gli eventi saranno aperti dai saluti dell’Assessore alla cultura Giovanna Stefani e saranno moderati da Andrea Giannasi.

Ecco il programma in dettaglio.

Sabato 12 marzo alle ore 10,30 presso il Teatro dei Differenti di Barga incontro con la scrittrice Lucia Guarano, corrispondente per Huffington Post, Al Jazeera e T-Magazine Qatar, che presenterà il libro “La guerra è finita” (Robin) sulle rivolte studentesche del ’77.

Dialogano con l’autrice, per parlare di giovani e impegno politico, i docenti universitari Maurizio Boldrini e Marcello Flores D’Arcais (Direttore di Micromega e corsista di Repubblica, il Fatto Quotidiano, El País, Frankfurter Allgemeine Zeitung e Gazeta Wyborcza).

Sabato 12 marzo alle ore 17 si parlerà di un eroe italiano presentando il volume “Nazario Sauro. Storia di un marinaio” (La Musa Talia) di Romano Sauro.

Sauro è una figura che un tempo si studiava in tutte le scuole ma oggi è quasi dimenticato: eppure lui fu protagonista della “beffa di Parenzo” quando ridicolizzò le difese asburgiche; prese parte al soccorso ai terremotati d’Abruzzo del 1915, in una missione umanitaria ante litteram; cospirò a fianco degli insorti albanesi contro l’impero ottomano. Allo scoppio della Grande guerra scelse l’Italia, ma catturato venne impiccato per alto tradimento dagli austriaci in una afosa giornata di agosto del 1916 a Pola.

Sabato 19 marzo alle ore 17 verrà presentato il libro “De… Homine Cornuto… ed altre singolari storie narrate nel XVI e XVII secolo da illustri Medici curanti e da valenti Cronisti” di Arturo Viglione (Pacini Fazzi).

Il titolo del libro, anche se volutamente malizioso, non deve trarre in inganno il lettore. Si tratta di un ponderoso saggio sul “fenomeno corna” che, prendendo lo spunto da descrizioni anatomiche di medici a cavallo fra l’Età barocca e la prima Età moderna, di cui fra l’altro viene sempre riferita un’accurata biografia, giunge a trattare la casistica di Età contemporanea, esaminando anche gli aspetti giuridici e di costume del fenomeno delle Corna Umane.

Presenta il libro Brunella Bertoni.

Sabato 2 aprile alle ore 16 si terrà l’evento dedicato al regista iraniano Keyman Karimi arrestato dal regime di Teheran e condannato in primo grado a 6 anni di carcere e 223 frustate. Karimi è accusato di aver “insultato il sacro” per aver girato un film sui graffiti della capitale.

Durante l’evento sarà proiettato il docu-film “Broken border”, che aiuta ad entrare nel mondo sul confine tra l’Iran e l’Iraq e permette agli “occidentali” di capire meglio come si vive in quelle zone.

L’evento in collaborazione con Amnesty International.

Sabato 2 aprile alle ore 17 presso la biblioteca di Barga si terrà la presentazione del romanzo “Il mastro il sigaro e la sedia” (Tra le righe libri) di Beppe Calabretta.

A Vela, un immaginario paesino della costa jonica calabrese, nasce vive e muore Vincenzo Torrini mastro falegname.

Il racconto della sua vita si coniuga con quella dei parenti più intimi e con quella dei suoi due amici, Ciccio e Pico.

Decisivo è l’incontro con “mastro Andrea”, che, oltre a insegnargli l’arte di lavorare il legno, lo indirizza verso la conoscenza, lo incoraggia a studiare, gli svela i misteri del sesso e dell’amore, ne stimola la formazione della coscienza civile e della responsabilità.

Sabato 9 aprile Barga sarà ospite l’avvocato e scrittrice Alessia Sorgato, esperta di violenza autrice del saggio “Giù le mani dalle donne” (Mondadori) con prefazione di Maurizio Costanzo.

I numeri sono da bollettino di guerra: in Europa 62 milioni di donne hanno subito violenze fisiche e/o sessuali e il 67% di vittime di abusi in famiglia non lo ha denunciato. Alessia Sorgato, cassazionista specializzata in diritto penale delle vittime, da sempre coraggiosamente impegnata a fianco delle donne nella lotta alle violenze di genere, partendo da storie vere raccolte negli anni, affronta il drammatico tema in tutte le sue molteplici declinazioni: dalla violazione degli obblighi famigliari ai reati su internet, dallo stalking ai maltrattamenti, dalla prostituzione minorile alla violenza sessuale su su fino all’uxoricidio… traccia i profili degli offender, ma delinea anche quelli delle vittime. Con un linguaggio semplice ed efficace ci guida nei meandri della giurisprudenza, ci parla di coraggio e di fragilità, di presa di coscienza e di speranza, di tutto quello che succede quando una donna decide di aprire una porta – o meglio una serie di porte – per raccontare la sua storia e denunciare…

L’evento è in collaborazione con la Commissione pari opportunità del Comune di Barga.

Sabato 16 aprile alle ore 17 sarà presente la scrittrice Alessandra Monasta autrice de “La cacciatrice di bugie” (Longanesi).

Un lavoro di cui tutti sentiamo spesso parlare ma che in realtà nessuno conosce davvero. Stiamo parlando del perito fonico per i Tribunali e le Procure più importanti d’Italia. La protagonista in questione è Alessandra, l’autrice del romanzo, che in La cacciatrice di bugie racconta il suo mestiere che è anche un vero e proprio talento. Su giornali e telegiornali si parla quasi ogni giorno di “intercettazioni”, ma non ci fermiamo mai a pensare come avvengano in concreto. Facile pensare che le intercettazioni vengano semplicemente trascritte… ma non è così. È un lavoro infinitamente più complesso, delicato e… appassionante. Occorre ascoltare le voci. Identificarle. Riconoscere il variare delle emozioni e annotarlo. Distinguere i momenti di lucidità di chi parla da quelli di apparente, o reale, alterazione… Occorre saper capire chi dice la verità e quando… E soprattutto occorre saper determinare chi mente.

Info e note al sito:

http://www.prospektiva.it/index.php/Tra_le_righe_winter_2016

Annunci