I finalisti del contropremio letterario Carver 2015

Posted on ottobre 15, 2015

1


DSCN4650

La giuria del contropremio Carver coordinata da Andrea Giannasi, dopo una accesa discussione, ha raggiunto un verdetto, quasi unanime, sulle cinquine dei finalisti dell’edizione 2015.

La premiazione si terrà sabato 7 novembre dalle ore 16,30 presso la Cittadella della Musica a Civitavecchia (Roma) nell’ambito dell’ottava edizione del festival letterario “Un mare di lettere”. Evento che rientra tra i festival letterari organizzati da Prospektiva rivista letteraria (Città del libro).

Anche per questa edizione del Carver il criterio cardine per valutare le opere in concorso è stato lo stesso seguito da anni: i giurati leggono i libri e danno un giudizio; oltre il nome dell’autore o della forza o notorietà della casa editrice. Prima di ogni cosa devono essere valutate le storie, lo stile, la capacità dell’autore di saper prendere per mano il lettore e condurlo all’interno del proprio libro.

Per la narrativa sono in finale: Alessandro Genovese con il libro “In equilibrio precario” (Italic Pequod); Alessandro Vizzino con “Trinacrime. Storia di un pentito di mafia” (Imprimatur); Ilaria Palomba con “Homo Homini Virus” (Meridiano Zero); Francesca Gerla con “La testimone” (Homo scrivens); Paolo De Angelis con “Un fiore tra le pietre” (p’artners).

Tra le raccolte di poesia la cinquina è formata da: Sauro Albisani autore di “Orografie” (Passigli); Danilo Breschi con “Cicatrici e altre incarnazioni” (Wip); Alessio Caldini con “Presagio sociale ovvero Disagio d’autore” (Edda); Stefano Serri con “Canzoniere per Marina Cvetaeva” (Manni); Andrea Fiorini con “Il fuoco alimentato dal vento” (Hanrahan il Rosso).

Per la saggistica sono in finale: Maurizio Roccato e il suo saggio “Un delitto senza colpevoli” (Edizioni della Goccia); Chiara Ferrari con “Politica e protesta in musica. Da Cantacronache a Ivano Fossati” (Unicopli); Daniela Musini con “I 100 piaceri di D’Annunzio. Passioni, fulgori e voluttà” (E. Lui editore); Floreana Nativo con “La superstizione dalla Mesopotamia all’Europa tra religione e magia” (Editoriale Programma); Andrea Giansanti con “Settant’anni senza lavoro” (Lampi di stampa).

https://premiocarver.wordpress.com/

Annunci