Tra nodi vinciani e croci di Sant’Andrea i misteri di Caterina Sforza

Posted on novembre 19, 2013

0


Prospektiva

ermellino

“…Il ritratto è dedicato più a chi non c’è che a chi vi appare. Se volete, è il sofisticato gioco di un cortigiano, un indovinello. Ma se vi ponete qualche domanda in più, come ci insegna Leonardo nei suoi giochi, troverete la soluzione del mistero…”
(“La tigre e l’ermellino”, pag.196)

“La tigre  e l’ermellino” di Laura Malinverni (Prospettiva editrice),  ambientato fra Quattro e Cinquecento tra il Ducato di Milano, le Romagne e Firenze, non è solo un romanzo storico e in ogni caso narra ben più di una storia.
Soprattutto offre varie chiavi di lettura: la pista storica è soltanto la più ovvia, e rimanda uno spaccato della ricca, splendida e sfrenata corte sforzesca, in cui Ludovico il Moro ospita i migliori artisti e scienziati del tempo e sua nipote Caterina Sforza, andata sposa al nipote del Papa e divenuta signora di Imola e Forlì, ritorna in visita dopo dieci…

View original post 1.387 altre parole

Annunci