La “casa di Lego” che ognuno si porta dentro. Intervista a Nicoletta Bortolotti

Posted on novembre 4, 2013

0


Prospektiva

bortolotti-prospektivaIl Contropremio Carver ha premiato per il 2013 “e qualcosa rimane” di Nicoletta Bortolotti. Abbiamo incontrato l’autrice per capire meglio la scrittura e forza narrativa del suo libro. Ecco la sua intervista.

“e qualcosa rimane” (Sperling & Kupfer) di Nicoletta Bortolotti ha vinto ex aequo il Contropremio Carver 2013. Come nasce l’urgenza della sua scrittura?
Spesso da un’immagine o da una situazione che si affaccia con insistenza alla mia mente. Nel caso del romanzo ero partita dalla scena di due letti a castello, uno in disordine e l’altro con il lenzuolo perfettamente teso e stirato. Mi sembrava una buona metafora per rappresentare i caratteri diversi di due sorelle… Nel mio libro precedente, “Il filo di Cloe” (Sperling & Kupfer), avevo pensato a un uomo che chiede l’elemosina con un bicchiere di Coca-Cola sulla banchina della metropolitana e a un altro uomo che aspetta il treno e, invece di allungargli una…

View original post 361 altre parole

Annunci