Apologo sull’onestà nel paese dei corrotti di italo calvino

Posted on ottobre 29, 2013

0


Prospektiva

onestà-prospektiva-calvino
Ne abbiamo parlato e ne parleremo ancora di italo calvino, perché ci piace come scrive (e il presente non è un errore  e neppure un vezzo, è un punto di riferimento), come racconta il nostro essere, come indaga, scava e ci rende nudi di fronte alle nostre cicatrici.
Meno visionario di pasolini, meno politico (e qui sembra un controsenso vista la militanza dello scrittore ligure), calvino rappresenta nuovi sentieri da prendere in salita con il nostro zaino carico di responsabilità
Ripubblichiamo questo articolo uscito nel 1980 su Repubblica, perché non si può non leggere e rileggere.

C’era un paese che si reggeva sull’illecito. Non che mancassero le leggi, né che il sistema politico non fosse basato su principi che tutti più o meno dicevano di condividere. Ma questo sistema, articolato su un gran numero di centri di potere, aveva bisogno di mezzi finanziari smisurati (ne aveva bisogno perché quando ci…

View original post 1.129 altre parole

Annunci