Il partigiano Johnny tra stile, sentieri, narrazione e la fatica nera di Fenoglio

Posted on settembre 20, 2013

0


Prospektiva

Un estratto tratto da Il partigiano Johnny di Beppe Fenoglio. Ve lo proponiamo come ricerca di stile, come narrazione, come esperienza di sentieri come scrittura tradotta in fatica nera.

Entrò coi compagni di viaggio, e vi cenò a pane e carne, in uno spoglio stanzone, alla luce bianchissima, candente e oscillante di acetilene. E mangiando osservò gli altri, per trovarsi confermato e peggiorato in quella scoperta che nessuno era lontanamente della sua classe, fisica e non, a meno che un giorno o poco più di quella disperata vita animale-giunglare non imprimesse su tutti, anche su un genio d’imminente sbocciatura, quel marchio bestiale.
Gli altri non gli badavano più, dopo che si furono voltati a esaminare l’indifferentemente annunciato nuovo, con un bovino giro della testa e un lento lampo negli occhi. Johnny ora cercava, con una pertinacia defatigante, di non perdere il contatto e tampoco la vista di Tito: il piccolo…

View original post 1.188 altre parole

Annunci