Scrittori sconosciuti fatevene una ragione: non sarete mai famosi, perché il vostro posto lo ha preso Guido Meda

Posted on agosto 26, 2013

0


Prospektiva

meda-prospektiva

“Egregio compagno, il suo manoscritto non corrisponde ai parametri del ‘Falò’?”.
Così rispondeva lo scrittore russo Sergej Doblatov quando collaborava alla rivista e doveva rispondere ad autori che non rientravano tra le prime tre categorie della speciale classifica degli “autori da pubblicare”.
Classifica che Dovlatov stesso aveva redatto per capire come funzionava il mondo dell’editoria.
Tutto oggi bello e stampato da Sellerio ne “Il libro invisibile”, una serie di appunti raccolti nel 1985 quando Sergej era già dissidente negli Stati Uniti, con il titolo “Nevidimaja kniga”.
Quello che in un bel libro scorre ve lo proponiamo come cartina al tornasole per capire oggi cosa accade in tante redazioni. Tutto valido per capire come si sceglie un libro.
Ecco a voi le verità di Dovlatov che poi sembrano proprio quasi verità assolute (ci siamo arrivati e viva la sincerità).
L’autore de “Il Parco di Puskin” scrive:
“1 – Un autore famoso…

View original post 544 altre parole

Annunci